Autorità di bacino distrettuale dell'Appennino settentrionale
Settore 'Qualità delle acque e gestione della risorsa idrica'

Loading...

Misura

M0014
Piani di sicurezza dell'acqua

In questa sezione sono riportati i dati di dettaglio della misura selezionata.




Dati generali

Per le spiegazioni circa i vari campi si veda la pagina di ingresso della sezione 'Misure'.

Codice:
M0014
Nome:
Piani di sicurezza dell'acqua

Tipologia:
Basic
Basic specification: (I)
Article 11(3) (a) - Other (Dir. 2020/2184/UE)
Misura WinWin FD:
False
Misura WinWin Droughts:
True
Misura WinWin NWRM:
False
Misura MSFD relevant:
False
Descrizione:
Oltre alla tipologia di misura di base prevalente indicata nel campo “Basic specification”, è presente anche la tipologia “Article 11(3)(d) - Protection water abstraction”.



Valutazione del peso della misura:

Peso interventi:
0.500
Il peso di un intervento è una valutazione della rilevanza dell'intervento stesso all'interno della misura cui appartiene. Il campo riporta il valore medio del peso di tutti gli interventi della misura.
Peso proprio:
0.250
Il 'peso proprio' è una valutazione empirica dell'importanza che l'estensore del Piano attribuisce alla misura.
Assume valori reali nell'intervallo (0, 1] dove
0 Indica che la misura non ha alcuna rilevanza nel raggiungimento degli obiettivi di Piano (condizione deprecata)
1 Indica che la misura è coerente ed imprescindibile al raggiungimento degli obiettivi di Piano.
Il valore 0.50 è il valore di default.

Peso della misura:
0.354
Il 'peso della misura' è definito come la media geometrica dei due pesi sopra descritti. E' quindi un indice complessivo di caratterizzazione della misura che tiene conto sia della significatività degli interventi che costituiscono la misura, sia dell'importanza che l'estensore del Piano attribuisce alla misura stessa.
Assume valori nell'intervallo (0, 1], con il significato più sopra descritto.



I Il campo è significativo per le sole misure di base (valore 'basic' nel precedente campo 'Tipologia'). Esprime una sotto classificazione per dette misure di base.

KTM

Sono riportate di seguito le KTM cui la misura risulta associata, ovvero cui la misura contribuisce.
Una misura deve essere necessariamente associata ad almeno una KTM.


Codice
Nome
KTM13 - Drinking water protection measures (e.g. establishment of safeguard zones, buffer zones etc)

Numero di KTM:
1

Obiettivi

Ciascuna misura di Piano è pensata e finalizzata ad agire su uno o più utilizzi della risorsa idrica ('Utilizzi obiettivo'), con particolare riferimento ad una o più delle classi di pressione ('Classi di pressione obiettivo') da tali utilizzi generate.
Per ogni misura è quindi specificato almeno un utilizzo obiettivo ed almeno una classe di pressioni obiettivo, queste ultime individuate, a rigore, tra le classi di pressione generate dagli utilizzi obiettivo della misura (I).

Le tabelle seguenti riportano le classi di pressione obiettivo e gli utilizzi obiettivo della misura in esame ed il tab 'Coerenza' ne sintetizza il rispetto o meno di quanto sopra accennato.


Classi di pressione obiettivo

Ciascuna misura di piano è pensata e finalizzata ad agire su una o più classi di pressione. Tali classi di pressione sono qui indicate quali 'Classi di pressione obiettivo' della misura considerata.
Ogni misura deve risultare associata ad almeno una classe di pressioni obiettivo, generalmente individuata tra le classi di pressione associate all'utilizzo obiettivo della misura (a).


Codice
Nome
Abstraction or flow diversion
Groundwater

Numero classi di pressione obiettivo:
2



a Gli obiettivi di una misura, in termini di classi di pressione, possono essere sia pressioni significative sia pressioni non significative.
Quest'ultimo caso si può verificare, ad esempio, quando una misura ha scopi cautelativi o di salvaguardia.

Utilizzi obiettivo

Ciascuna misura di piano è pensata e finalizzata ad agire su uno o più utilizzi della risorsa idrica. Tali utilizzi sono qui indicati quali 'Utilizzi obiettivo' della misura considerata.
Ogni misura deve risultare associata ad almeno un utilizzo obiettivo.
La tabella seguente riporta gli utilizzi obiettivo della misura selezionata.
Il campo 'Ripartizione' esprime, in percentuale, come la misura è ripartita, in termini di costo, sui vari utilizzi. Il dato discende dalle valutazioni condotte all'interno della 'Analisi economica'.


Codice
Nome
Ripartizione (%)
Potabile
94.86
Agricolo e zootecnico
0.57
Industriale
4.57

Numero di utilizzi obiettivo:
3

Coerenza degli obiettivi

Facendo seguito a quanto detto nella scheda principale e nei tab precedenti, si ha:
La misura è coerente quando l'insieme classi di pressione specificate come obiettivo della misura è interamente contenuto nell'insieme delle classi di pressione generabili dagli utilizzi obiettivo della misura stessa.
La misura presenta delle incoerenze quando una o più delle classi di pressione specificate come obiettivo della misura non è contenuta nell'insieme delle classi di pressione potenzialmente generabili dagli utilizzi obiettivo.

Il valore 'true' nel seguente campo 'Coerenza' sta ad indicare la effettiva coerenza della misura.
Il valore 'false' sta ad indicare la presenta di incoerenze nella definizione della misura.

Coerenza della misura:
True

I La doppia indicazione degli obiettivi è legata al fatto che gli utilizzi sono oggetti generici, ognuno dei quali può determinare una varietà di classi di pressione. Per focalizzare l'efficacia di una misura è necessario quindi dettagliare ulteriormente l'ambito di azione della misura stessa, specificando, oltre agli utilizzi obiettivo, le particolari classi di pressione cui la misura si rivolge. Queste classi di pressione devono, ovviamente, far parte delle classi di pressione generabili dagli utilizzi precedentemente indicati come obiettivo della misura.
(Si evidenzia come non tutte le classi di pressione generabili da un utilizzo possano essere effettivamente presenti nel Distretto idrografico di riferimento, e tra quelle presenti alcune possano risultare non significative. Ai fini di queste note, con 'classi di pressione generabili da un utilizzo' si intende l'insieme completo delle classi di pressione legate all'utilizzo, indipendentemente dalla loro presenza e significatività nel Distretto.)
Le pressioni, e quindi anche le corrispondenti classi di pressione, potenzialmente determinabili da un dato utilizzo della risorsa idrica sono note a priori (vedi, ad esempio, il 'Manuale operativo e metodologico per l’implementazione dell’analisi economica' (Decreto Direttoriale 574/2018/STA del 6 dicembre 2018) ed anche la 'WFD Reporting Guidance 2022, Final Draft V4' del 30-04-2020).
Gli obiettivi di una misura sono fissati dall'estensore del Piano al momento della definizione della misura stessa.

Interventi e stato di avanzamento

Sono riportati di seguito gli interventi, sia diretti che areali, che costituiscono la misura, nonchè la valutazione del suo stato di avanzamento.

Ciascuna misura è composta da almeno un intervento, diretto o areale che sia.
La distinzione tra interventi diretti ed areali (vedi colonna 'Tipologia' della tabella) è esclusivamente funzionale a specificare quali sono i corpi idrici cui un intervento è applicato.
Per 'intervento diretto' si intende un quindi intervento per il quale è specificato in modo esplicito il corpo idrico / i corpi idrici cui l'intervento è applicato.
Per 'intervento areale' si intende un intervento che si applica ad una o più 'sottozona', ovvero a tutti i corpi idrici di un determinato ambito geografico e/o amministrativo.
Un intervento può inoltre essere indicato come 'Misto' quando per esso sono specificati sia sottozone che corpi idrici cui è applicato.
Per maggiori spiegazioni si veda anche la pagina di ingresso della sezione 'Interventi'.


Codice
Nome
Tipologia
Peso
Avanzamento
Implementazione modello Water Safety Plan
Areale
0.50
0.25
WATER SAFETY PLAN-PIANI SICUREZZA DELLE ACQUE per la valutazione e gestione del rischio nella filiera delle acque destinate al consumo umano secondo il modello dei Water Safety Plan (Piani di Sicurezza dell'Acqua - PSA) - direttiva 2015/1787/CE della CE
Areale
0.50
0.5
Interventi previsti dallo sviluppo del Piano di Sicurezza delle Acque (I.S.S.)
Areale
0.50
0.5
Realizazzione dei piani di sicurezza dell'acqua (Water Safety Plan)
Areale
0.50
0.25

Numero totale interventi:
4


Stato di avanzamento della misura:
0.375
Confidenza dello stato di avanzamento della misura:
1.000

Lo stato di avanzamento di una misura è calcolato come media pesata degli stati di avanzamento dei singoli interventi che compongono la misura stessa.
Assume valori compresi nell'intervallo [0, 1] dove il valore 0 sta ad indicare che la misura non è stata ancora avviata, mentre il valore 1 indica che la misura è conclusa e pienamente operativa.
Lo stato di avanzamento di una misura è calcolato sulla base dei soli interventi per i quali è dato lo stato di avanzamento.
Associato allo stato di avanzamento c'è un corrispondente valore di confidenza che tiene conto del numero di interventi per i quali è definito lo stato di avanzamento, in confronto al numero totale di interventi che costituiscono la misura.
La confidenza assume valori compresi nell'intervallo (0, 1]. Tende a 0 quanto più il numero degli interventi con stato di avanzamento è basso in relazione al numero totale di interventi, mentre assume il valore 1 quando lo stato di avanzamento è dato per tutti gli interventi che costituiscono la misura.
Quando non ci sono interventi collegati ad una misura, oppure per nessuno degli interventi collegati è definito lo stato di avanzamento, lo stato di avanzamento della misura e la confidenza sono NULL.

Corpi idrici

La scheda riporta i corpi idrici interessati, sia attraverso interventi diretti sia attraverso interventi areali, dalla misura.

Numero complessivo di corpi idrici interessati dalla misura:
305

Numero corpi idrici interessati attraverso interventi diretti (vedi tab 'Interventi diretti'):
0
Numero corpi idrici interssati attraverso interventi areali (vedi tab 'Interventi areali'):
305



Elenco dei corpi idrici interessati alla misura attraverso interventi diretti.
Un corpo idrico può essere soggetto a più interventi facenti capo alla stessa misura. Nel seguente elenco, tuttavia, i corpi idrici sono computati e compaiono una sola volta, indipendentemente dal numero di interventi diretti cui sono soggetti.


Codice
Nome

Numero corpi idrici interessati alla misura attraverso interventi diretti:
0

Elenco dei corpi idrici interessati alla misura attraverso interventi areali.
Un corpo idrico può, per vari motivi, fare parte di più sottozone. Nella seguente tabella, tuttavia, i corpi idrici sono computati e compaiono una sola volta, indipendentemente dal numero di sottozone in cui sono ricompresi. Per l'elenco di dette sottozone si veda il tab 'Sottozone'.


Codice
Nome
ANTIFOSSO DELLE ACQUE CHIARE - FOSSO DELLA ACQUA SALSA
ANTIFOSSO DI USCIANA
BORRO GLI AMAIONI
BORRO STROLLA
BOTRO DEGLI IMBOTRONI
BOTRO DEI CANONACI - SANTA MARTA
BOTRO DELLA PIETRAIA - CARBONAIA O DEL GHIACCIONE
BOTRO DELLE ROTE
BOTRO DEL POGGIO
BOTRO DEL RIO
BOTRO DI RIARDO
BOTRO GRANDE
CANALE BURLAMACCA
CANALE DEL CAPANNONE - FIUME PESCIA DI COLLODI MONTE
CANALE DEL CAPANNONE - FIUME PESCIA DI COLLODI VALLE
CANALE DEL GIARDINO
CANALE DELLA NAVARECCIA
CANALE DEMANIALE
CANALE DETTO ROGIO
CANALE EMISSARIO DI BIENTINA (FIUME SEREZZA NUOVA)
CANALE MAESTRO (2)
CANALE NAVIGABILE DEI NAVICELLI
CANALE NUOVO LAMONE
CANALE OZZERI
CANALE USCIANA - DEL TERZO
CANALE USCIANA - DEL TERZO
FIUME ARNO FIORENTINO - TRATTO DI VALLE
FIUME ARNO PISANO
FIUME ARNO VALDARNO INFERIORE
FIUME CAMAIORE - TORRENTE LUCESE
FIUME CAMAIORE - TORRENTE LUCESE MONTE
FIUME CAMAIORE - TORRENTE LUCESE VALLE
FIUME CASCINA
FIUME CECINA MEDIO
FIUME CECINA MONTE
FIUME CECINA VALLE
FIUME CORNIA MEDIO
FIUME CORNIA MONTE
FIUME CORNIA VALLE
FIUME ELSA VALLE INFERIORE
FIUME ELSA VALLE SUPERIORE
FIUME ERA MEDIO
FIUME ERA MONTE
FIUME ERA VALLE
FIUME FECCIA
FIUME FINE MONTE
FIUME FINE VALLE
FIUME FRIGIDO - CANALE SECCO (3) - CANALE DEGLI ALBERGHI MONTE
FIUME FRIGIDO - CANALE SECCO (3) - CANALE DEGLI ALBERGHI VALLE
FIUME ISOLA
FIUME MAGRA
FIUME MAGRA MEDIO
FIUME MAGRA MONTE
FIUME MAGRA VALLE
FIUME MORTO
FIUME PESCIA DI PESCIA - TORRENTE PESCIA - TORRENTE PESCIA D
FIUME PESCIA NUOVA
FIUME RIMONIO A CORTE
FIUME SERCHIO DI SILLANO
FIUME SERCHIO DI SORAGGIO MONTE
FIUME SERCHIO DI SORAGGIO VALLE
FIUME SERCHIO LUCCHESE
FIUME SERCHIO MEDIO INFERIORE
FIUME SERCHIO MEDIO SUPERIORE
FIUME SERCHIO MONTE
FIUME VARA 8
FIUME VERSILIA
FIUME VEZZA
FOSSA CALDA
FOSSA CAMILLA
FOSSA CHIARA
FOSSA NUOVA (3)
FOSSA NUOVA (4)
FOSSO ACQUAVIVA (4)
FOSSO ADIO
FOSSO AI MOLINI
FOSSO ANGUILLARA (2)
FOSSO BAGNOLO O DI GERBOMAGGIO
FOSSO BORGOGNANO (2)
FOSSO CAMPO
FOSSO CAMPOMAGGIO - RIO MAGNO
FOSSO CORNIA VECCHIA
FOSSO COSIMO
FOSSO DEI CAPPELLANI
FOSSO DEL CALIGI DI TITIGNANO
FOSSO DELLA ACQUA NERA (3)
FOSSO DELLA CARESTIA
FOSSO DELLA GORA - DEI PRATINI
FOSSO DELLA LIESINA
FOSSO DELLA MADONNA (3)
FOSSO DELLA VALNERA
FOSSO DELLE CAVINE
FOSSO DELLE GORE
FOSSO DELLE PIETRE O FOSSO MORTO
FOSSO DELLE PRIGIONI
FOSSO DELLE ROZZE
FOSSO DELLE TANE (3) - BOTRO BISECCO
FOSSO DEL RITORTO
FOSSO DEL SECCO - DEL TREBBIANO
FOSSO DI BOLGHERI
FOSSO DI CECINA
FOSSO DI CONFINE (4)
FOSSO DI CONFINE (5)
FOSSO DI GRAGNANA
FOSSO DI RIOTORTO
FOSSO DI RIPOPOLO
FOSSO DI TORANO
FOSSO DOPPIO
FOSSO FARABOLA
FOSSO FOCI
FOSSO LA CORNIACCIA
FOSSO LE BASSE
FOSSO LINAGLIA
FOSSO LUSSIA
FOSSO MAESTRO DI CORTENUOVA
FOSSO MAGLIANO
FOSSO MOTRONE - TORRENTE DEL BACCATOIO
FOSSO MOTRONE - TORRENTE DEL BACCATOIO MONTE
FOSSO QUARTA
FOSSO REALE ZANNONE
FOSSO REALE ZANNONE (2)
FOSSO RIOMERDANCIO
FOSSO SOLAIOLA
FOSSO SORBIZZI
FOSSO TAMBURA
FOSSO TORRETTA
FOSSO VETRIALLA
FOSSO VICINAIA
NUOVA LAMA LARGA
RIO ARDENZA
RIO CASCINE
RIO COCCIA
RIO DEI CASCIANI
RIO DEL GAGNO
RIO DELLE TRE FONTINE
RIO DEL PIAN GRANDE
RIO DI ANSANO
RIO DI FUCECCHIO
RIO GUAPPERO
RIO LA TANNA
RIO LECCIO MONTE
RIO LECCIO VALLE
RIO LISCHETO
RIO MELOGIO
RIO PONTICELLI DELLE LAME A LUCCA
RIO RALLA
RIO RICAVO
RIO SECCO
RIO VORNO
SCOLMATORE ARNO
SCOLMATORE - RIO PIETROSO
SCOLMATORE - RIO PIETROSO - CANALE
TORRENTE ACQUA BIANCA MONTE
TORRENTE ACQUA BIANCA VALLE
TORRENTE ACQUERTA
TORRENTE AGLIENA
TORRENTE ALPINO
TORRENTE ANIA
TORRENTE ARCINASSO
TORRENTE AULELLA MONTE
TORRENTE AULELLA VALLE
TORRENTE BAGNONE (2)
TORRENTE BALCONAIO
TORRENTE BARDINE - TORRENTE BARDINELLO
TORRENTE BETIGNA
TORRENTE BORRA
TORRENTE BORRA (2)
TORRENTE CAPRIGGINE
TORRENTE CAPRIO
TORRENTE CARFINI
TORRENTE CARRIONE MONTE
TORRENTE CARRIONE VALLE
TORRENTE CELETRA
TORRENTE CESERANO
TORRENTE CESSANA
TORRENTE CHIECINA
TORRENTE CHIOMA
TORRENTE CIVASOLA - FOSSO DEI GRUMI
TORRENTE CIVIGLIA
TORRENTE CONTESORA
TORRENTE CORFINO
TORRENTE CORSONNA
TORRENTE CRESPINA
TORRENTE DEI CASCIANI
TORRENTE DI CARDOSO
TORRENTE DI CASTIGLIONE
TORRENTE DI RENARA
TORRENTE DROVE DI CINCIANO
TORRENTE DROVE - DROVE DI TATTERA - BORRO CEPPARELLO
TORRENTE EDRON
TORRENTE EGOLA MONTE
TORRENTE EGOLA VALLE
TORRENTE ERA MORTA
TORRENTE ERA VIVA
TORRENTE FEGANA
TORRENTE FOCI
TORRENTE FOSCE
TORRENTE FOSCI
TORRENTE FREDDANA
TORRENTE FREGIONE
TORRENTE GARFALO
TORRENTE GERIOLA
TORRENTE LE BOTRA
TORRENTE LESPA
TORRENTE LIEGORA
TORRENTE LIMA
TORRENTE LIMESTRE
TORRENTE LODANO
TORRENTE LOMBRICESE
TORRENTE LOPIA
TORRENTE LOPPORA
TORRENTE LUCIDO
TORRENTE LUCIDO DI EQUI
TORRENTE LUCIDO DI VINCA
TORRENTE LUPICAIA
TORRENTE MAGRIOLA
TORRENTE MANGIOLA
TORRENTE MARMOLAIO
TORRENTE MASSERA MONTE
TORRENTE MASSERA VALLE
TORRENTE MILIA VALLE
TORRENTE MOMMIO
TORRENTE MONIA
TORRENTE MONTIGNOSO
TORRENTE MORICCIO - GORDANA
TORRENTE MORRA
TORRENTE NIEVOLE MONTE
TORRENTE NIEVOLE VALLE
TORRENTE ORME
TORRENTE ORMICELLO
TORRENTE OSCA
TORRENTE PAVONE
TORRENTE PEDOGNA
TORRENTE PENOLO
TORRENTE PESA MONTE
TORRENTE PESA VALLE
TORRENTE PESCERA
TORRENTE PESCIA DI VELLANO
TORRENTE PESCIOLA (2)
TORRENTE PESCIOLA (3)
TORRENTE PESCIOLA DI ALIANO
TORRENTE PESCIOLINA DI STICCIANO
TORRENTE PIZZORNA
TORRENTE POSSERA MONTE
TORRENTE POSSERA VALLE
TORRENTE RACQUESE
TORRENTE RAGONE
TORRENTE REDIVALLE
TORRENTE RIALDO
TORRENTE RIGUARDI
TORRENTE RITASSO
TORRENTE ROGLIO
TORRENTE ROGLIO DELLISOLA
TORRENTE ROSARO
TORRENTE SAIO
TORRENTE SAVALANO
TORRENTE SCESTA
TORRENTE SECOLO
TORRENTE SEGONE
TORRENTE SELLATE
TORRENTE SERCHIO DI GRAMOLAZZO
TORRENTE SERRA (2)
TORRENTE SESTAIONE
TORRENTE SILLICO
TORRENTE STAGGIA VALLE
TORRENTE STERZA (2) MONTE
TORRENTE STERZA (2) VALLE
TORRENTE STERZA MONTE
TORRENTE STERZA VALLE
TORRENTE STREDA
TORRENTE STROLLA
TORRENTE TAPONECCO
TORRENTE TASSONARO
TORRENTE TAVERONE
TORRENTE TAVERONE (2)
TORRENTE TEGLIA
TORRENTE TORA
TORRENTE TRIPESCE MONTE
TORRENTE TRIPESCE VALLE
TORRENTE TROSSA MONTE
TORRENTE TROSSA VALLE
TORRENTE TURBONE
TORRENTE TURBONE (1)
TORRENTE TURRITE CAVA MONTE
TORRENTE TURRITE CAVA VALLE
TORRENTE TURRITE DI GALLICANO
TORRENTE TURRITE DI SAN ROCCO
TORRENTE TURRITE SECCA
TORRENTE UGIONE
TORRENTE VAGHERA
TORRENTE VERDE
TORRENTE VERDESINA - FOSSO DEL FARNETO
TORRENTE VERDIANA
TORRENTE VINCIO
TORRENTE VINCIO (2)
TORRENTE VINCIO DI MONTAGNANA - VINCIO DI BRANDEGLIO (2)
TORRENTE VIRGINIO MONTE
TORRENTE VIRGINIO VALLE
TORRENTE VISONA DI COMPITO
TORRENTE VOLATA
TORRENTE ZAMBRA
TORRENTE ZAMBRA DI CALCI
TORRENTE ZAMBRA DI MONTEMAGNO

Numero corpi idrici interessati alla misura attraverso interventi areali:
305

La tabella riporta le sottozone interessate dagli interventi areali connessi alla misura selezionata, e da cui i corpi idrici elencati nel tab 'Interventi areali'.


Codice
Nome
Zona competenza GAIA
Zona competenza ASA
Zona competenza GEAL
Zona competenza Acque

Numero sottozone interessate dalla misura:
4



I Il numero qui riportato è corretto e tiene già conto di eventuali possibili sovrapposizioni quali, ad esempio, il fatto
che uno stesso corpo idrico possa comparire in più sottozone,
che lo stesso intervento sia stato attribuito ad un corpo idrico sia come intervento diretto che come intervento areale,
che lo stesso corpo idrico sia soggetto a più interventi facenti capo alla stessa misura,
ecc.
Ne segue che il totale dei corpi idrici interessati dalla misura non necessariamente è uguale alla somma dei subtotali di cui ai seguenti campi 'Interventi diretti' ed 'Interventi areali' (sarà sempre minore o uguale a detta somma).

Costo della misura

E' riportato in questa scheda il dettaglio del costo della misura riconducibile al periodo di validità del presente Piano di gestione (sessennio 2022-'27).
Si assume che il costo della misura sia la somma dei costi degli interventi di cui la misura è costituita.

La seguente tabella riporta i dati economici degli interventi che costituiscono la misura.
La colonna 'Copertura finanziaria' riporta la cifra già disponibile, o comunque certa, a finanziamento dell'intervento.


Codice
Nome
Costo (M€)
Copertura finanziaria (M€)
Implementazione modello Water Safety Plan
7.500000
7.500000
WATER SAFETY PLAN-PIANI SICUREZZA DELLE ACQUE per la valutazione e gestione del rischio nella filiera delle acque destinate al consumo umano secondo il modello dei Water Safety Plan (Piani di Sicurezza dell'Acqua - PSA) - direttiva 2015/1787/CE della CE
0.450000
0.450000
Interventi previsti dallo sviluppo del Piano di Sicurezza delle Acque (I.S.S.)
1.200000
1.200000
Realizazzione dei piani di sicurezza dell'acqua (Water Safety Plan)
0.080000
0.080000

Numero di interventi della misura:
4

Numero di interventi di cui è noto il costo:
4
Totale costo (M€):
9.230000
Totale copertura finanziaria (M€):
9.230000
Percentuale copertura finanziaria (%):
100

Sulla base di quanto sopra, per la misura in oggetto si ha quindi:

Costo della misura (M€):
9.230000
Copertura finanziaria (M€):
9.230000
Percentuale copertura finanziaria (%):
100

Confidenza delle valutazioni (I):
1.000



I Come precedentemente detto, il costo di una misura è calcolato come somma dei costi dei singoli interventi che compongono la misura stessa. Nel caso in cui la misura comprenda interventi di cui non è dato il costo, il costo della misura ne risulta però viziato di conseguenza.
Associato alle valutazioni di costo della misura c'è quindi un corrispondente valore di confidenza che tiene conto del numero di interventi per i quali è definito il costo, in confronto al numero totale di interventi che costituiscono la misura.
La confidenza assume valori compresi nell'intervallo (0, 1]. Tende a 0 quanto più il numero degli interventi con costo noto è basso in relazione al numero totale di interventi, mentre assume il valore 1 quando il costo è dato per tutti gli interventi che costituiscono la misura.
Quando non ci sono interventi collegati ad una misura, oppure per nessuno degli interventi collegati è definito il costo, il costo della misura e la confidenza sono NULL.



Torna ad inizio pagina
Vai ai 'Tabs'
Vai alla home page del modello DPSIR

Piano di gestione delle acque 2021 - 2027