Autorità di bacino distrettuale dell'Appennino settentrionale
Settore 'Qualità delle acque e gestione della risorsa idrica'

Misure di Piano

La 'Direttiva 2000/60/CE (Direttiva Quadro Acque)' richiede che, all'interno di ogni Distretto Idrografico, venga definito un 'programma di misure (PoM)' sufficiente per affrontare le problematiche significative individuate a livello di corpo idrico e consentire il raggiungimento dei corrispondenti obiettivi di qualità.
In termini generali, le 'misure individuali', o semplicemente 'misure' sono, sostanzialmente, le 'azioni' messe in atto per fronteggiare le pressioni agenti sui corpi idrici e raggiungere gli obiettivi individuati. Nel seguito il concetto di misura sarà visto in dettaglio, qui si evidenzia come le misure si prestino ad essere inquadrate sotto diversi punti di vista, in funzione di determinate loro caratteristiche.

Una prima classificazione può essere fatta in termini di 'misure di base' e 'misure supplementari'.
Le 'misure di base' devono prevedere:
* L'attuazione della legislazione comunitaria esistente in materia di acque ed in materia ambientale
* Il recupero dei costi
* La promozione di un uso efficiente e sostenibile dell'acqua
* La protezione della qualità dell'acqua potabile e la riduzione del livello di trattamento richiesto
* Il controllo dei prelievi dalle acque superficiali e sotterranee
* Il controllo della ricarica delle acque sotterranee
* il controllo degli scarichi puntuali
* La prevenzione ed il controllo sull'immissione di inquinanti diffusi
* Azioni per affrontare qualsiasi altro impatto significativo sullo stato dei corpi idrici, con particolare riferimento alle condizioni idromorfologiche
* Azioni per evitare gli scarichi diretti nelle acque sotterranee
* L'eliminazione o la riduzione dell'inquinamento da sostanze prioritarie
* La prevenzione dell'inquinamento accidentale.
Le 'misure supplementari' sono quelle misure progettate ed attuate in aggiunta alle misure di base laddove si ritenga necessario un ulteriore impulso per il raggiungimento degli obiettivi ambientali di cui alla Direttiva Quadro sulle Acque. Le misure supplementari possono includere misure legislative aggiuntive, misure fiscali, campagne di ricerca o educative ed altro.

Un altro importante aspetto riguarda il coordinamento e/o la sinergia con altre pianificazioni, in particolare con la direttiva alluvioni. Le misure che si fregiano di tale proprietà sono dette misure 'WinWin' ed, a loro volta , sono così ragguppate:
* Misure WinWin Fd
'Fd' sta per 'Floods Directive' e rientrano in questa categoria quelle misure che perseguono congiuntamente il raggiungimento degli obiettivi della 'Direttiva 2000/60/CE (Direttiva Quadro Acque)' e della 'Direttiva 2007/60/CE (Direttiva Alluvioni)'.
* Misure WinWin Droughts
Si intendono quelle misure che contribuiscono congiuntamente al raggiungimento degli obiettivi della 'Direttiva 2000/60/CE' ed alla mitigazione degli effetti della siccità.
* Misure WinWin Nwrm
'Nwrm' sta per 'Natural water retention measures' e rientrano in questa classe le misure che perseguono congiuntamente il raggiungimento degli obiettivi della 'Direttiva 2000/60/CE' nonchè quello della ritenzione naturale delle acque.
* Misure MSFD relevance
Indica se la misura è rilevante per il raggiungimento degli obiettivi della 'Direttiva 2008/56/CE (Direttiva Quadro sulla strategia per l’ambiente marino)'.

In termini operativi le 'misure individuali', sono collegate ad una o più 'misure chiave (KTM)' le quali sono individuate come necessarie ai fini del raggiungimento degli obiettivi ambientali. Ciascuna misura deve necessariamente essere collegata ad almeno una KTM.
Le misure trovano applicazione attraverso gli 'interventi', ed in questo senso una misura è qui vista come un contenitore di interventi (1).
Gli interventi (vedi) sono raggruppabili in vari modi, in funzione delle loro caratteristiche. Qui ha particolare importanza la loro classificazione in 'interventi diretti' ed 'interventi areali'.
Ciascuna misura deve necessariamente contenere almeno un intervento, diretto o areale che sia.
Una misura ha inoltre degli obiettivi in termini di classi di pressione e di utilizzi. Una misura è cioè pensata e strutturata per andare ad incidere su una o più classi di pressione (gli interventi di cui la misura è composta sono finalizzati ad incidere su tali classi di pressione) e su uno o più utilizzi della risorsa.
Le classi di pressione per le quali la misura è finalizzata sono dette 'Classi di pressione obiettivo' per la misura.
Gli utilizzi di risorsa idrica per i quali la misura è finalizzata sono detti 'Utilizzi obiettivo' della misura.
Ciascuna misura deve avere almeno una classe di pressione obiettivo ed almeno un utilizzo obiettivo.


Con il form a lato è possibile definire dei filtri in base ai quali selezionare solo le misure di interesse. Saranno mostrati, in forma tabellare, solo le misure che soddisfano TUTTI i criteri impostati. Dalle tabelle è poi possibile accedere agli ulteriori dati diponibili per ciascuna singola misure.
Il carattere '*' sta ad indicare che nessun filtro sarà applicato.
Di default oppure se non viene impostata alcuna selezione, sono mostrate tutte le misure del Piano.




Misure

E' riportato di seguito l'elenco delle misure di Piano (2).
E' altresì riportata una sintesi degli elementi correlati a ciascuna misura (numero di KTM associate, interventi, ecc.). Si ricorda che tutti i campi devono avere un valore maggiore o uguale ad 1.
Il numero di interventi indicato è il numero complessivo di interventi previsti per la misura, sia diretti che areali.


Codice
Nome
KTM
Interventi
Classi di pressione
Utilizzi
Individuazione delle zone vulnerabili ai fitosanitari
1
1
1
1
Attuazione delle norme previste dal 'Piano di Azione Nazionale' per l'utilizzo sostenibile dei prodotti fitosanitari (in applicazione della Dir. 2009/128/CE)
1
1
1
1
Attuazione direttiva 91/676/CEE: applicazione della disciplina nazionale sull'utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento e delle acque reflue, nonché per la produzione e l'utilizzazione agronomica di digestato
1
2
1
1
Attuazione della disciplina delle bonifiche dei siti contaminati
1
2
2
1
Predisposizione del programma generale di gestione dei sedimenti
1
5
3
1
Disciplina delle derivazioni e deflusso ecologico
1
4
3
10
Interventi legati al 'Piano invasi'
1
3
2
4
Coordinamento a livello distrettuale per l'identificazione delle misure in atto riguardo ai regolamenti REACH, CLP e PIC
1
1
1
1
Politiche di incentivo al presidio dei versanti ed alle attività di manutenzione e gestione del patrimonio forestale e boschivo
1
1
2
1
Osservatorio permanente sugli utilizzi idrici
1
3
3
10
Attivazione e attuazione dei contratti di fiume e lago
1
1
10
10
Ulteriori attività di tutela e salvaguardia relative ai corpi idrici sotterranei
3
1
2
3
Piani di sicurezza dell'acqua
1
1
2
1
Strategie di pianificazione di interventi per la raccolta della plastica nei fiumi
2
1
1
1
Disciplina di Piano
1
7
12
10
Miglioramento efficacia impianti di depurazione, reti di raccolta, reti di smaltimento e gestione degli scarichi
4
333
2
2
Riduzione dell'impatto idromorfologico, delle alterazioni idrologiche e tutela della continuità fluviale (Base)
2
19
5
1
Uso sostenibile e tutela della risorsa idrica (Base)
4
9
5
10
Integrazione dei sistemi di monitoraggio
2
6
2
10
Aggiornamento e approfondimento del quadro conoscitivo, studi e ricerche
1
6
7
10
Attività volte al raggiungimento o mantenimento dello stato di conservazione soddisfacente ed alla riduzione degli impatti sulle aree protette (Base)
3
0
5
2
Aumento delle conoscenze e applicazione della normativa sulle sostanze prioritarie (Base)
2
1
2
1
Riduzione dell'impatto idromorfologico, delle alterazioni idrologiche e tutela della continuità fluviale (Supplementare)
4
16
5
1
Uso sostenibile e tutela della risorsa idrica (Supplementare)
2
3
5
10
Attività volte al raggiungimento o mantenimento dello stato di conservazione soddisfacente ed alla riduzione degli impatti sulle aree protette (Supplementare)
4
1
4
1
Aumento delle conoscenze e applicazione della normativa sulle sostanze prioritarie (Supplementare)
2
1
2
1
Riutilizzo a fini irrigui delle acque reflue urbane depurate
1
1
2
1
Studio e attuazione di soluzioni basate sulla natura (NBS)
8
3
6
2
Promozione di pratiche colturali sostenibili per il miglioramento della gestione dei nutrienti e dei fitosanitari
2
2
1
1
Investimenti per migliorare l'efficienza e rendere sostenibile l'uso delle risorse idriche
1
2
3
1
Azioni di formazione e servizi di consulenza alle aziende agricole e forestali per il miglioramento della gestione e per la tutela quantitativa e qualitativa delle risorse idriche
1
2
2
1
Misure per la conservazione del suolo e per la riduzione dell'erosione e dei rischi di danni per calamità naturali
1
3
1
2
Sostegno ad azioni per aumentare la resilienza e favorire l'adattamento ai cambiamenti climatici
1
2
1
10
Attuazione degli impegni per l'applicazione del regime di condizionalità ambiente, cambiamenti climatici e buone condizioni agronomiche del terreno
2
1
2
2
measure_undef
1
1
1
0

Numero di misure selezionate:
35

Tipologia ed integrazione

La tabella riporta la tipologia delle misure (di base, supplemenetare, ecc.) nonchè il rapporto delle misure con gli altri strumenti di pianificazione.


Codice
Tipologia
WinWin FD
WinWin Droughts
WinWin NWRM
MSFD relevant
basic
False
False
False
True
basic
False
False
False
True
basic
False
False
False
True
basic
False
False
False
True
basic
True
False
False
True
basic
False
True
False
False
supplementary
True
True
False
False
basic
False
False
False
False
supplementary
True
True
True
False
supplementary
False
True
False
False
supplementary
True
True
True
True
supplementary
False
True
True
False
basic
False
True
False
False
supplementary
False
False
False
True
supplementary
True
True
True
True
basic
False
True
False
True
basic
True
False
True
False
basic
False
True
False
False
supplementary
False
False
False
False
supplementary
True
True
True
True
basic
False
False
False
False
basic
False
False
False
False
supplementary
True
False
True
False
supplementary
False
True
False
False
supplementary
False
False
False
False
supplementary
False
False
False
False
supplementary
False
True
False
False
supplementary
True
True
True
False
supplementary
False
False
False
True
supplementary
False
True
False
False
supplementary
False
False
False
False
supplementary
True
False
False
False
supplementary
True
True
False
False
supplementary
False
False
False
True
basic
None
None
None
None

Numero di misure selezionate:
35

Stati di avanzamento

Lo 'Stato di avanzamento' di una misura è calcolato come la media pesata degli stati di avanzamento dei singoli interventi che compongono la misura stessa.
Assume valori compresi nell'intervallo [0, 1] dove il valore 0 sta ad indicare che la misura non è stata ancora avviata, mentre il valore 1 indica che la misura è conclusa e pienamente operativa.
La 'Confidenza' è un valore numerico, nell'intervallo (0, 1], che dà una indicazione della affidabilità del valore calcolato per lo stato di attuazione. Una confidenza prossima a 0 indica una possibile bassa attendibilità dello stato di attuazione della misura, una confidenza uguale ad 1 indica una piena attendibilità del dato.
Per maggiori informazioni si vedano le schede di dettaglio delle singole misure.


Codice
Nome
Stato di avanzamento
Confidenza
Individuazione delle zone vulnerabili ai fitosanitari
0.500
1.000
Attuazione delle norme previste dal 'Piano di Azione Nazionale' per l'utilizzo sostenibile dei prodotti fitosanitari (in applicazione della Dir. 2009/128/CE)
None
None
Attuazione direttiva 91/676/CEE: applicazione della disciplina nazionale sull'utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento e delle acque reflue, nonché per la produzione e l'utilizzazione agronomica di digestato
0.500
1.000
Attuazione della disciplina delle bonifiche dei siti contaminati
0.000
0.500
Predisposizione del programma generale di gestione dei sedimenti
0.300
1.000
Disciplina delle derivazioni e deflusso ecologico
0.438
1.000
Interventi legati al 'Piano invasi'
0.333
1.000
Coordinamento a livello distrettuale per l'identificazione delle misure in atto riguardo ai regolamenti REACH, CLP e PIC
None
None
Politiche di incentivo al presidio dei versanti ed alle attività di manutenzione e gestione del patrimonio forestale e boschivo
0.000
1.000
Osservatorio permanente sugli utilizzi idrici
0.333
1.000
Attivazione e attuazione dei contratti di fiume e lago
0.500
1.000
Ulteriori attività di tutela e salvaguardia relative ai corpi idrici sotterranei
None
None
Piani di sicurezza dell'acqua
None
None
Strategie di pianificazione di interventi per la raccolta della plastica nei fiumi
None
None
Disciplina di Piano
0.500
1.000
Miglioramento efficacia impianti di depurazione, reti di raccolta, reti di smaltimento e gestione degli scarichi
0.292
0.973
Riduzione dell'impatto idromorfologico, delle alterazioni idrologiche e tutela della continuità fluviale (Base)
0.236
0.947
Uso sostenibile e tutela della risorsa idrica (Base)
0.417
1.000
Integrazione dei sistemi di monitoraggio
0.292
1.000
Aggiornamento e approfondimento del quadro conoscitivo, studi e ricerche
0.500
1.000
Attività volte al raggiungimento o mantenimento dello stato di conservazione soddisfacente ed alla riduzione degli impatti sulle aree protette (Base)
None
None
Aumento delle conoscenze e applicazione della normativa sulle sostanze prioritarie (Base)
0.500
1.000
Riduzione dell'impatto idromorfologico, delle alterazioni idrologiche e tutela della continuità fluviale (Supplementare)
0.133
0.938
Uso sostenibile e tutela della risorsa idrica (Supplementare)
0.500
0.667
Attività volte al raggiungimento o mantenimento dello stato di conservazione soddisfacente ed alla riduzione degli impatti sulle aree protette (Supplementare)
0.000
1.000
Aumento delle conoscenze e applicazione della normativa sulle sostanze prioritarie (Supplementare)
None
None
Riutilizzo a fini irrigui delle acque reflue urbane depurate
None
None
Studio e attuazione di soluzioni basate sulla natura (NBS)
0.125
0.667
Promozione di pratiche colturali sostenibili per il miglioramento della gestione dei nutrienti e dei fitosanitari
None
None
Investimenti per migliorare l'efficienza e rendere sostenibile l'uso delle risorse idriche
None
None
Azioni di formazione e servizi di consulenza alle aziende agricole e forestali per il miglioramento della gestione e per la tutela quantitativa e qualitativa delle risorse idriche
None
None
Misure per la conservazione del suolo e per la riduzione dell'erosione e dei rischi di danni per calamità naturali
None
None
Sostegno ad azioni per aumentare la resilienza e favorire l'adattamento ai cambiamenti climatici
None
None
Attuazione degli impegni per l'applicazione del regime di condizionalità ambiente, cambiamenti climatici e buone condizioni agronomiche del terreno
None
None
measure_undef
None
None

Numero di misure selezionate:
35


1 Si evidenzia come nel precedente ciclo di pianificazione ('Piano di gestione delle acque del Distretto idrografico Appennino settentrionale - ciclo 2015-2021') le misure potessero essere sia contenitori di interventi, sia interventi veri e propri. Nel passaggio all'attuale Piano di gestione, le misure di cui al precedente ciclo, quando non concluse, sono state riclassificate come interventi.

2 L'elenco riporta tutte le misure di Piano presenti in anagrafica e che soddisfano i filtri impostati. Le colonne 'KTM', ecc. permettono la verifica della correttezza delle relazioni tra la misura e le altre stutture ad essa connesse.


Torna ad inizio pagina
Vai ai 'Tabs'
Vai alla home page del modello DPSIR

Piano di Gestione delle Acque 2021 - 2027